giovedì 23 agosto 2012

Depressione e mancanza di sonno

Una delle domande che vengono sempre fatte da amici, parenti ed estranei ad una neo mamma è "E' bravo? Dorme la notte?"
Purtroppo il dormire la notte non è un fatto di "bravura", bisogna sapere che i risvegli notturni nei bambini sono del tutto fisiologici.
Poi si può essere più o meno fortunati, ci sono bambini che si svegliano solo i primi mesi, chi si sveglia più volte e chi si continua a svegliare la notte anche ad un anno o più.
Quello su cui non ci sono dubbi è che mamme e bambino sono strettamente legati e la mancanza di sonno incide su entrambi.

La mancanza di sonno, il sonno spezzettato possono essere una delle cause che possono facilitare l'insorgere di una depressione.
Gli stravolgimenti ormonali, le fatiche del parto, la stanchezza dei primi tempi se unite alla mancanza di sonno possono diventare ancora più pesanti.
Bisogna perciò approfittare di ogni momento per potersi riposare. Il consiglio  migliore è dormi quando dorme il bambino. Purtroppo è facilmete applicabile solo col primo figlio.
E se si sente che la stanchezza è tanta, troppa... delegare qualche risveglio notturno al papà o ricorrere all'aiuto dei nonni e concedersi qualche ora di sonno.
Se la stanchezza e la mancanza di sonno possono incidere nel far nascere la depressione post partum, la depressione materna influisce sul sonno del bambino.
In uno studio della Pennsylvania State University è emerso che le madri depresse avevo i bambini con maggiori problemi del sonno.
Osservando le mamme per un'intera settimana nel loro ambiente domesticho, hanno notato che le madri che erano depresse avevano un atteggiamento più ansioso-apprensivo che le portava ad interferire con i ritmi del sonno del bambino.
Li prendevano spesso in braccio mentre dormivano a ogni minimo versetto, favorendone il risveglio.
Che il circolo vizioso della mancanza di sonno inizi dalla mamma o dal bambino poco importa,  l'importante è chiedere unaiuto esterno per riuscire a spezzare il cerchio.

Nessun commento:

Posta un commento